Cosimo Veneziano tra scultura e disegno

Inaugura l’8 novembre la prima personale di Cosimo Veneziano, uno degli artisti che ha aderito al progetto “Acteurs Transculturels” presto in mostra a Caraglio, alla Galleria Alberto Peola di Torino.

La mostra “Verso Occidente l’Impero dirige il suo corso” presenta opere realizzate negli ultimi quattro anni nell’ambito di differenti progetti di residenza, dalla Colombia, presso il centro Lugar a Dudas, grazie al programma RESÒ, all’Italia, con C.A.R.S. (Omegna) e l’Associazione l’Ospite Inatteso – CastelloInMovimento (Massa Carrara).

unnamed

Le opere esposte sono frutto della ricerca che l’artista conduce sul medium della scultura e del disegno: nate in stretta relazione con i luoghi in cui sono state realizzate, indagano la gestualità del corpo e le strutture monumentali in rapporto al materiale di cui sono costituite. I differenti materiali, dal marmo alla resina, dalla stampa in 3D al legno, articolano la mostra in un percorso scultoreo multiforme che invita a riflettere sul meccanismo di scarto tra realtà e immaginario e su possibili fughe dall’omologazione.

In ogni lavoro Cosimo Veneziano riporta l’attenzione verso frammenti di storie sconosciute, sottolineando il processo di trasformazione e di scarto avvenuto. In Crash (2014) il bassorilievo in marmo di Carrara rimanda alla scritta della Banca d’Italia di Massa, ora edificio abbandonato del centro cittadino, e nella scultura Imago Mundi (2011) la ricostruzione in stampa 3D rievoca una porzione ormai perduta di uno Stupa, un monumento sacrale della collezione del MAO – Museo d’Arte Orientale di Torino.

Il concetto di monumento e del suo potere rappresentativo divengono centrali nei disegni di Los Contrabandistas copiaron una escultura de mucho valor (2013), dove Veneziano ha isolato monumenti e parti di architetture presenti in Colombia, copie di originali europei.
La serie di sculture Verso Occidente l’impero dirige il suo corso (2014), che dà il titolo alla mostra, costituisce un tributo al racconto di David Foster Wallace per la lucida analisi che l’autore fa di una società consumistica di cui critica soprattutto l’autoreferenzialità. Le sculture, infatti, indagano il concetto di metamorfosi e sono esse stesse frutto di una trasformazione da porzioni di stampi in acciaio di giocattoli a nuove forme di resina, che l’artista ha elaborato come forme simboliche.

Cosimo Veneziano (Moncalieri, 1983, vive e lavora a Torino), si è formato all’Accademia Albertina di Belle Arti e al XVIII Advanced Course in Visual Arts, Fondazione Antonio Ratti, Como. È tra i fondatori e animatori di Progetto Diogene. 

Cosimo Veneziano
Verso Occidente l’Impero dirige il suo corso
Alberto Peola (Via della Rocca, 29 10123 Torino)
Inaugurazione: sabato 8 novembre 2014, dalle 16.00 alle 23.00
Dall’11 novembre 2014 al 23 dicembre 2014
Orario: da martedì a sabato, ore 15-19. Mattino su appuntamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...